Training Autogeno

Training Autogeno

Oltre al biofeedback, descritto nella precedente pagina, per provocare il rilassamento sono disponibili altre efficaci tecniche: il training autogeno, il rilassamento muscolare progressivo ed il controllo della respirazione.

TRAINING AUTOGENO. Il training autogeno è un metodo di rilassamento ideato dallo psichiatra tedesco J. Schultz, basato su esercizi che consentono di raggiungere uno stato di rilassamento muscolare e psicoemotivo attraverso la concentrazione passiva e l’uso di formule di autosuggestione. “Training” significa allenamento: si tratta di ripetere con costanza e disciplina, per alcuni minuti al giorno una serie di esercizi, allo scopo di raggiungere un rilassamento autoprovocato (autogeno).
In genere il training autogeno si pratica distesi su un divano o su una idonea poltrona.
E’ importante porsi in un ambiente tranquillo, nella semioscurità, almeno per le prime volte, slacciando le cinture e gli indumenti troppo stretti. Gli esercizi del training autogeno si dividono in fondamentali (autoinduzione di calma, sensazione progressiva di peso, sensazione progressiva di calore), con i quali già si raggiunge un ottimo rilassamento) e complementari, che inducono un rilassamento ancora più profondo (esercizio del cuore, della respirazione e della fronte fresca).
Una volta appreso, la sua pratica è facile e bastano pochi minuti per ottenere uno stato di rilassamento. Per un buon apprendimento del training autogeno è fondamentale la costanza nell'allenamento, da effettuare seguendo le direttive indicate da Schultz, da protrarre per almeno sei mesi. Oltre che in psicosomatica, il training autogeno è largamente impiegato in medicina dello sport per migliorare la preparazione psicologica degli atleti e, con adeguate modifiche, nella preparazione al parto (RAT, parto in autoipnosi).

IL RILASSAMENTO MUSCOLARE PROGRESSIVO. Ideato da E. Jacobson, è un metodo di rilassamento basato sull’apprendimento della decontrazione muscolare volontaria. E’ incentrato sulla presa di coscienza da parte della persona dello stato di contrazione o di distensione di ciascun gruppo muscolare, passando man mano in rassegna tutto il corpo, con­centrandosi su un solo muscolo per seduta, fino a raggiungere la decontrazione totale.

IL CONTROLLO DELLE RESPIRAZIONE. Il controllo della respirazione è una tecnica di rilassamento basata sul presupposto che respirazione e tensione muscolare sono direttamente collegate: è ben noto infatti che la tensione nervosa tende ad alterare il ritmo e la profondità del respiro, con conseguente diminuzione dell'ossigenazione del sangue.
La respirazione addominale (diaframmatica profonda) è un metodo di rilassamento naturale; noi tutti fin da piccoli respiriamo in questo modo ma, col passare degli anni, ce ne dimentichiamo, usando per lo più una respirazione di tipo toracico.
Il training consiste in una serie di esercizi volti a riapprendere volontariamente la modalità di respirazione diaframmatica.
Chi fosse interessato all’apprendimento del training autogeno, del rilassamento muscolare progressivo e delle tecniche respiratorie antistress può contattarmi ai seguenti numeri: 335.6307489 – 349.6771086 – 06.6628670 oppure al seguente indirizzo di posta elettronica: dr.dirienzo@tiscali.it